Ricerca per i centri antiviolenza in Italia

Comecitrovi

La mappa dei centri antiviolenza in Italia

C.A.DO.M. - Monza

Socia DIRE

Aderente 1522

Indirizzo
Via Mentana 43 - monza (Monza e della Brianza), Lombardia
Telefono
039/2840006
Fax
Tel emergenze
Email
info@cadom.it
Indirizzo web
Attività

Colloqui telefonici

Colloqui personali

Gruppi di sostegno e/o auto-aiuto

Informazione/consulenza giuridica

Aiuto nella ricerca lavoro

Servizio minori

Progetto contro la prostituzione coatta

Formazione

Formazione Accreditata -

Ente formato da sole donne (anche le operatrici)

Ente proveniente dal Movimento delle Donne

Ente fondato da una associazione

Numero socie: 44

Numero operatrici: 30

Numero volontarie: 44

Ente gestito dal Comune - Associazione

Numero case rifugio: 0 - Posti letto: 0 - Giorni di permanenza: 0

Indirizzo segreto

Natura giuridica:
Ass. Volontariato -
Anno di fondazione:
1994
Anno inizio attività di accoglienza:
1994
Storia dell'Associazione/Centro:
Il Cadom nasce nel 1994 a Monza, sulla base dell’esperienza decennale della Casa di accoglienza delle donne maltrattate di Milano (Cadmi). E’ stato fondato da un gruppo di donne di varie età e di estrazione politica, culturale e professionale diversa, accomunate dal desiderio e dalla volontà di agire concretamente contro la violenza sulle donne e di costruire un luogo dove sperimentare nuove modalità di relazioni interpersonali e dove elaborare riflessioni e interpretazioni della realtà al femminile, per avviare un processo di cambiamento, anche nella società, nei rapporti tra le persone e nella direzione del rispetto, della solidarietà e della libertà. Dopo un anno di incontri, di indagini sul territorio, di studio e di formazione sul fenomeno del maltrattamento sulle donne, il gruppo elaborò uno statuto, si costituì ufficialmente in Associazione e, ad ottobre, aprì il Centro a Monza. Se il primo obiettivo dell’Associazione era quello di accogliere le donne maltrattate, costruendo con ciascuna di loro un percorso di uscita dalla violenza, diventò subito chiaro che era necessario indagare e intervenire sul contesto socio-culturale nel quale la violenza nasceva, promuovendo sensibilizzazione e conoscenza del fenomeno all’esterno dell’Associazione, anche a livello istituzionale.

Protocolli

  • Comune di Brugherio, marzo 2009 - Comune di Monza e Brianza - Ambito ASL3 ottobre 2010
  • Comune di Monza e Brianza, Protocollo ARTEMIDE: rete attiva, ottobre 2010 rinnovo Protocollo ARTEMIDE, Comune di Monza, novembre 2012

Progetti

Pubblicazioni

  • "Rompere il silenzio" Franco Angeli